PcBrain

Banner
E-mail Stampa PDF

Thermaltake Frio Advanced: Una continua Evoluzione

Indice
Thermaltake Frio Advanced: Una continua Evoluzione
Caratteristiche Tecniche
Descrizione Prodotto - 1° Parte
Descrizione Prodotto - 2° Parte
Descrizione Prodotto - 3° Parte
Metodologia e Piattaforma di Test
1° Parte di Test - Dissipazione con processore a Default
2° Parte di Test - Dissipazione con processore a 3800 MHz
3° Parte di Test - Dissipazione con processore a 4200 MHz
4° Parte di Test - Rumorosità
Conclusioni

Era il mese di Aprile dello scorso anno quando Thermaltake presentava il Frio, quello che allora era il suo nuovo cooler pensato per la clientela più esigente dal punto di vista delle Performance. Il progetto Frio, infatti, nasceva essenzialmente per dare la possibilità agli utenti più smanettoni, quali Overclocker e Gamer, di poter overclockare al massimo i loro processori attraverso un sistema di dissipazione ad aria. Il feedback dato dagli utilizzatori del Frio, che di certo non erano interessati ad un sistema silenzioso, ma quanto più performante, furono da subito molto positivi, tanto che spinsero Thermaltake ad investire ancora più risorse nella sua evoluzione, nel tentativo di migliorarlo. Si arrivò così alla commercializzazione del dissipatore Frio OCK, cooler presentato a Febbraio di quest anno che già dal nome, dove OCK è l' acronimo di "Overclocker King", lasciava intendere il target a cui era rivolto. Con la versione "OCK" thermaltake riuscì infatti a migliorare le prestazioni di un cooler già di per se valido, attraverso un' ottimizzazione del progetto, che per esempio vantava ventole più performanti e l' uso di un maggior numero di Heat Pipe, per non parlare di un rinnovamento estetico non di poco conto. Con il Frio OCK, Thermaltake poteva considerarsi praticamente soddisfatta, poichè poteva vantare uno dei cooler più performanti in commercio, ma spinta dall' attenzione ai particolari che ha caratterizzato la società fin dall' anno della sua fondazione, ha deciso di rimettersi in gioco, cercando di risolverne uno dei problemi più grandi, la rumorosità. Questa volta il brand scende in campo con il Frio Advanced, cooler che nasce con l' intento di affiancare, e non di sostituire la versione OCK. Il nuovo dissipatore, che andremo a mostrarvi nelle prossime pagine, promette, almeno su carta, prestazioni molto vicine a quelle del fratello maggiore, nonostante una riduzione delle emissioni acustiche e una serie di altre chicche, come la compatibilità nativa al nuovo socket intel LGA 2011.