PcBrain

Banner
E-mail Stampa PDF

Thermaltake Frio Extreme: Passo Falso? - Conclusioni

Indice
Thermaltake Frio Extreme: Passo Falso?
Caratteristiche Tecniche
Descrizione Prodotto - 1° Parte
Descrizione Prodotto - 2° Parte
Metodologia e Piattaforma di Test
1° Parte di Test - Dissipazione con processore a Default
2° Parte di Test - Dissipazione con processore a 3800 MHz
3° Parte di Test - Dissipazione con processore a 4200 MHz
4° Parte di Test - Rumorosità
Conclusioni

Il Frio Extreme rappresenta di certo una rivoluzione per Thermaltake, che per la prima volta si è trovata a che fare con un dissipatore a doppia torre, ma purtroppo questo grande cambiamento non ha portato ai miglioramenti sperati, anche se qualche cosa ha cominciato a muoversi, o meglio ha continuato visto che è dal primo FRIO che Thermaltake migliora passo dopo passo. La rumorosità, infatti, non ha raggiunto i valori fatti registrare dai prodotti concorrenti, ma ha ottenuto quel piccolo miglioramento che ha permesso al cooler di posizionarsi davanti al dissipatore Stock di Intel. Questo non è sicuramente una posizione che compete ad un produttore con simili premesse, ma diciamo che può essere un nuovo punto di partenza sul quale investire gli sforzi futuri, andando magari a lavorare sul segmento Ventole, che attualmente sono il vero limite del cooler. Per le Performance, invece, niente da dire, ormai Thermaltake è divenuta una certezza e con i suoi dissipatori Frio, che occupano stabilmente le posizioni alte della nostra classifica. Questi due punti sono più che sufficienti per dare una risposta al titolo della recensione, e pensiamo che, con il Frio Extreme, Thermaltake non abbia fatto nessun passo falso, ma che comunque non ci sia andata nemmeno troppo lontano, salvandosi di fatto solo per alcune migliorie introdotte sul nuovo Cooler, come per esempio il leggero miglioramento avuto sul lato della rumorosità senza che questo andasse a penalizzare le prestazioni, oppure la possibilità di potergli sostituire le ventole così da poter diminuire le emissioni acustiche o semplicemente per rimpiazzarle qualora smettessero di funzionare. Continuando con l' analisi del prodotto dobbiamo affrontare il fattore prezzo, che, come su tutti i dissipatori Top di gamma, è un pò una spina nel fianco, visto che è di circa 70 Euro, valore davvero elevato per un Cooler, anche se questo è praticamente compatibile con qualsiasi piattaforme in commercio, come il Frio Extreme.

alt 

alt

Si ringrazia Marco F. di Thermaltake per averci concesso il sample in esame.