Stampa

Phanteks PH-TC14PE: Air Cooling Estremo

Grandi, Grossi e cattivi. No, non ci stiamo riferendo agli All Blacks, bensì al settore dell'Air Cooling Top di gamma. Tutti i dissipatori più  performanti infatti, per far fronte a potenze sempre più elevate, hanno dovuto aumentare le loro dimensioni, così da incrementare la superficie  di scambio termico con l' esterno e quindi la dissipazione del calore. Da oggi questa branca del cooling vanta un nuovo protagonista, che,  nonostante sia sconosciuto nel mondo informatico, ha alle spalle anni e anni di attività. Stiamo parlando di Phanteks, società olandese che da  oltre vent'anni investe soldi e sviluppa soluzioni di smaltimento termico per svariati settori industriali. Ultimo fra questi, per l' appunto, il  tormentato settore PC, dove non basta badare alle prestazioni pure, ma bisogna tenere anche conto di altri elementi  come il design, la  silenziosità e, molto importante in questo periodo, il prezzo di acquisto. Cosciente delle difficoltà generate da questi fattori,  Phanteks ha deciso di addentrarsi nella sfida e presentare al pubblico il PH-TC14PE, dove PE sta per Premier Edition, la scelta dei migliori. Lungo  la recensione odierna scopriremo se il prodotto soddisferà le aspettative create dal nome commerciale, o se ci troviamo di fronte all'ennesima azienda che prova senza successo a vendere un paio di prodotti al grande pubblico ma senza aspettative.

 

 

Cogliamo l' occasione per ringraziare CaseKing e Phanteks per il sample fornitoci.

 


Le caratteristiche del prodotto sono riassunte nella seguente tabella:

Come possiamo vedere, spicca subito in rilievo la compatibilità del prodotto, che copre l'intero parco socket attualmente in commercio, compreso il nuovo LGA2011. Da notare anche come le dimensioni molto generose possano essere problematiche in alcuni casi di case non particolarmente spaziosi. Notevole anche il peso, che sfiora il chilogrammo senza ventole installate e che arriva a 1360g nella configurazione top, ovvero con tre Fan in configurazione Push-Pull volte a raffreddare le alette anodizzate con il sistema brevettato P.A.T.S. Nonostante la bassa velocità di rotazione, queste Fan hanno ottime doti prestazionali grazie anche al diametro di 140mm, che assieme ad altri piccoli accorgimenti riesce a tenere il rumore prodotto per singola ventola sotto i 20dBA


Il prodotto si presenta con una confezione in cartone con una grafica che rimanda al dissipatore e alle diverse colorazioni disponibili.

Il bundle è ampissimo, e comprende oltre ai kit di ritenzione per AMD e Intel, anche riduttori di tensione per le ventole, una siringa di pasta termica, uno sdoppiatore a Y per collegare due fan con un solo connettore, dei gommini antivibrazione e le clips per il montaggio di tre ventole. Di queste Fan, su cui sono presenti dei profili che hanno il compito di ridurre la vorticosità che si viene a generare dall' attrito presente tra la superficie della pala e l' aria che scorre su di essa, una è opzionale.

Il prodotto giunto in redazione ha una colorazione rossa, ma è disponibile anche Bianco, Blu e Arancio, tonalità chiaramente usate anche per le ventole.


Le alette di dissipazione sono molto ravvicinate tra di loro, caratteristica che permette di aumentarne la quantità installabile sul dissipatore e quindi la superficie di scambio termico con l' ambiente circostante. Anche le Heat Pipe, che come si evince dalla foto sono di diametro generoso, poichè di 8mm, svolgono un importante ruolo nella dissipazione, poichè asportano il calore dalla CPU e lo disperdono sulle alette di dissipazione.

Il cooler si presenta nel formato  a doppia torre, dandogli di fatto la caratteristica forma ad "U", che in passato ha già contraddistinto alcuni cooler di alto livello.

Molto belle le scritte PHANTEKS in rilievo sul top delle tue torri, anch'essi in tinta con il resto del dissipatore.

Sebbene non sia lucidata a specchio, la base assicura una sufficiente planarità.


Come detto, il Dissipatore può ospitare fino a tre ventole in configurazione Push-Pull, raggiungendo dimensioni veramente notevoli.


La piattaforma usata per i Test è la seguente:

Abbiamo deciso di condurre svariate prove così da capire al meglio quali fossero le prestazioni del prodotto in esame.

La prima parte di test è servita per misurare le potenzialità del dissipatore nello smaltire il calore prodotto dalla CPU, e per facilitare l' interpretazione dei risultati li abbiamo comparati a quelli fatti segnare da altri Heat Sink attualmente in commercio. Per questi test abbiamo mantenuto una temperatura ambientale di 24°C, ed il processore è stato settato a:

- 3333 MHz con 1,10 V

- 3800 MHz con 1,20 V

- 4200 MHz con 1,30 V

Per stressare la CPU abbiamo usato l' utility OCCT lanciata in Modalita dati Piccoli e con Hyper Threading attivo per una durata di 60 minuti. La rilevazione delle temperature è stata effettuata per mezzo di un termometro PCE Group PCE-T390 con la sonda termica montata direttamente sotto il processore.

Successivamente ci siamo concentrati sull' emissioni acustiche del dissipatore, utilizzando per la rilevazione dei valori un fonometro PCE Group 322A. Anche in questo caso abbiamo comparato i dati ottenuti dal prodotto in test con quelli fatti segnare da altri dissipatori.


Abbiamo cominciato con l' analizzare le prestazioni del dissipatore in una condizione di basso carico. La CPU mantenuta a Default non ha infatti generato eccessivo calore, assorbendo solo 130W e dissipandone parte per effetto Joule. In questo primo scenario i prodotti sono tutti molto vicini, ma il PH-TC14PE primeggia già con sole due Fan, limando quasi un altro intero grado con l'installazione di una terza.


Siamo poi passati ad una situazione di carico maggiore, aumentando la frequenza del processore a 3800 MHz ed il voltaggio a 1,20V. Questi valori hanno incrementato a 180W la potenza assorbita dal CPU, e di conseguenza c' è stato un ulteriore aumento della potenza dissipata. Anche qui ci troviamo di fronte al miglior prodotto già in configurazione a due ventole, mentre con una sola si comporta comunque meglio dei rivali nella stessa cofigurazione.


In ultimo abbiamo overclockato ancora di più il CPU, portandone la frequenza a 4200 MHz e la tensione di alimentazione a 1,30V. In questa condizione di lavoro vi è stato un ulteriore incremento della potenza assorbita, che ha raggiunto i 230W, causando così un aumento anche della potenza dissipata. E' in queste condizione che il PH-TC14PE da il meglio di sè, confermandosi il Re già con sole due Fan installate.


In questa pagina analizzeremo le emissioni acustiche del prodotto in esame.

Prima di tutto vogliamo mostrarvi una tabella con alcuni esempi di valori in decibel per suoni o rumori. I numeri devono essere considerati come indicativi, in quanto le situazioni utilizzate come esempio non possono essere precise, ma sono comunque ideali come punto di riferimento, così da poter interpretare più facilmente i risultati ottenuti.

Precisiamo che i valori che troverete nel seguente grafico non sono relativi al solo dissipatore, poichè trovandoci in un ufficio, e non in una stanza isolata acusticamente, il nostro fonometro percepiva anche il minimo suono. Così, Per ridurre le interferenze con la misurazione, abbiamo tenuto le finestre della stanza chiuse, azione che ci ha permesso di limitare a circa 35 dBA il rumore di sottofondo, che tutto sommato è un dato allineato ai riferimenti citati nella tabella soprastante.

Di seguito un video che mostra, nonchè fa sentire, il Phanteks PH-TC14PE in funzione in modalità Single, Dual e Triple Fan.


Giunti al termine della recensione, non possiamo non essere entusiasti del PH-TC14PE. Il cooler ha infatti dimostrato di essere il più performante fra tutti i dissipatori da noi testati già con l' ausilio di sole due ventole, ma anche i risultati ottenuti con una sola fan installata sono più che validi. Infatti, anche in questa condizione, il cooler fa segnare performance che, anche se inferiori a quelle ottenute da dissipatori dotati di una doppia ventola, sono tali da renderlo migliore di qualsiasi altro Heat Sink da noi testato in modalità Single Fan. Se a questo si aggiunge la possibilità di installare una terza ventola, così da ridurre ancora di più le temperature, è facile capire il perchè del nostro entusiasmo. Solitamente, però, i cooler dotati di simili performance e di così tante ventole sono afflitti da ben altri problemi, come la rumorosità, ma non nel caso del Phanteks. Questo prodotto ci ha sbalordito anche dal punto di vista delle emissioni acustiche, poichè sia in modalità Dual che Single Fan esse si mantengono su valori decisamente bassi, rimanendo comunque accettabili anche con l' aggiunta di un' ulteriore ventola. Il design, si sa, si basa su valori soggettivi, ma la scelta di proporre il prodotto in ben quattro colorazioni diverse farà sicuramente felici coloro che hanno un banchetto o un case dotato di finestra laterale, così potranno scegliere la tonalità più gradita, o che meglio si intona ai componenti Hardware usati. Semplice anche il sistema di montaggio, che però potrebbe essere rese difficoltoso, o addirittura impedito su alcune piattaforme a causa delle dimesioni imponenti del cooler. Per quanto riguarda la compatibilità, esclusa la situazione di un impedimento dovuto alle dimensioni del Heat Sink, il dissipatore è praticamente universale, poichè, allo stato attuale, non esiste un socket Consumer non adatto al PH-TC14PE. L'unico neo è dettato dal prezzo, pari a 85€, cifra davvero elevata per un cooler, ma che se analizzata nel dettaglio non è nemmeno troppo elevata visto la ricchezza del bundle, che vanta ben due ventole da 140mm, e le prestazioni offerte.

Per questi motivi assegniamo al PHANTEKS PH-TC14PE un voto pari a 9 e il nostro Award

Ringraziamo nuovamente Phanteks e Vahid di Caseking per averci concesso il sample in esame.

Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies e su come eliminarli, visualizza la nostra politica sulla Privacy.

Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk